Nuove linee guida OCSE sul Transfer Pricing

L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (di seguito “OCSE”) ha reso note, in data 20 gennaio 2022, le nuove Linee Guida sui prezzi di trasferimento per le Imprese Multinazionali e le Amministrazioni Fiscali aggiornando la precedente versione del luglio 2017.

Ad inizio 2022 è stata resa disponibile una nuova versione delle “Transfer Pricing Guidelines for Multinational Enterprises and Tax Administrations”. Il fine è costituire un supporto che funga da guida sia per gli operatori privati multinazionali sia per le autorità fiscali, rendendo disponibile una base operativa ed interpretativa condivisa per dirimere potenziali controversie in materia di prezzi di trasferimento. Dette  Linee Guida costituiscono infatti da tempo un punto di riferimento per tutti gli “addetti ai lavori” nel settore del TP, siano essi imprese multinazionali, autorità fiscali e giudici tributari. L’OCSE aggiorna periodicamente questo corpus di indicazioni, per tenere conto dell’evoluzione dei fenomeni economici e del progressivo affinamento delle diverse metodologie di determinazione dei prezzi di trasferimento. 

Con riferimento alle principali “novità” presenti all’interno dell’ultima versione 2022 delle Linee Guida si segnalano i seguenti argomenti:

  • Transactional Profit Split Method (“Profit Split”) - sono state recepite le indicazioni individuate all’interno del Report “Revised Guidance on the Transactional Profit Split Method” approvato il 4 giugno 2018 e che ha modificato quanto previsto al Capitolo II, Sezione C (paragrafi 2.114-2.151) delle Linee guida sui prezzi di trasferimento del 2017 e relativi allegati II e III al Capitolo II. In particolare, le indicazioni fornite sono volte ad individuare le circostanze in cui il metodo in questione possa essere ritenuto il più appropriato;
  • Hard-to-Value Intangibles (“HTVI”) - le Linee Guida incorporano i principi delineati nel Report “Guidance for Tax Administrations on the Application of the Approach to Hard-to-Value Intangibles”, pubblicato il 4 giugno 2018 e confluito nell’Allegato II al Capitolo VI. Sono inclusi diversi esempi con l’obiettivo di chiarire l’adozione concreta dei principi relativi all’applicazione dell’approccio da adottare per la verifica del valore attribuibile ai beni immateriali di difficile valutazione (HTVI);
  • Financial Transactions - le Linee Guida in parola prevedono un nuovo capitolo (cap. X) nel quale è stato recepito quanto indicato nel Report “Transfer Pricing Guidance on Financial Transactions” approvato nel 2020. I principi in esso contenuti consentono tra gli altri di valutare ad esempio le circostanze in cui un’operazione possa essere considerata finanziamento infragruppo piuttosto che conferimento al capitale azionario; oppure ancora di delineare accuratamente quei fattori che possono influenzare i rapporti infragruppo con l’obiettivo di procedere all’identificazione delle operazioni che devono essere considerate commercial e quali, invece, financial.

Le novità presenti in quest’ultima versione delle Linee Guida costituiscono per contribuenti e amministrazioni fiscali un ulteriore stimolo a consolidare e/o innovare le loro prassi di TP al fine di adeguarle al nuovo contesto; in quest’ambito si evidenzia in modo particolare la più attenta analisi prestata dall’OCSE alle transazioni finanziarie con una conseguente platea molto ampia di soggetti interessati. 

Author(s)

PER CONTATTARE

RSM Studio Tributario e Societario

Milano: +39 02 89095151

Roma:  +39 06 5754963 

Per qualunque informazione o richiesta puoi inviarci una mail cliccando il pulsante qui sotto.

EMAIL US