RSM Revisione e Organizzazione Contabile
Languages

Languages

D.L. Rilancio - Erogazioni e crediti d’imposta per l’adozione di misure di contrasto al Covid-19

Il Decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34 prende il nome di “Decreto Rilancio”, in riferimento agli obiettivi di rilancio dell’economia colpita duramente dall’emergenza COVID-19. Il testo è molto denso (256 articoli) e introduce “misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Con un totale di 55 miliardi di euro stanziati, il decreto-legge interviene in maniera trasversale occupandosi di vari ambiti, con l’intento di assicurare unitarietà e organicità nelle misure di tutela, oltre che una maggiore efficacia e lo snellimento delle procedure per beneficiare degli istituti già introdotti. Obiettivi principali sono proprio di incrementare la quantità di risorse stanziate dai precedenti interventi, e di risolvere i problemi emersi nella effettiva messa in atto degli aiuti a famiglie, lavoratori, imprese, artigiani e liberi professionisti.

I 256 articoli sono suddivisi in quattordici titoli in base all’ambito di competenza. In questa sede ci interesseremo di alcuni articoli: l’art.95 del Titolo III (Misure in favore dei lavoratori) e gli artt. 120 e 125 del Titolo VI (Misure fiscali).

Laura De Lisa, Senior Manager, Funding & Business Development Division RSM, ci spiega nel dettaglio le disposizioni contenute negli artt. 95, 120 e 125 in un documento specifico e liberamente scaricabile.

In particolare, l’articolo 95 “Misure di sostegno alle imprese per la riduzione del rischio da contagio nei luoghi di lavoro” prevede che l’INAIL possa promuovere, al fine di favorire l’attuazione dei protocolli anti-contagio, interventi straordinari destinati alle imprese. Tali risorse saranno gestite da Invitalia S.p.A ed il Bando ISI 2019 è revocato.

Per quanto riguarda gli artt. 120 e 125, confermano il credito di imposta come uno dei principali strumenti di accesso alle misure di sostegno a favore delle imprese. In particolare, l’articolo 120 “Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro” al fine di incentivare il rispetto delle prescrizioni sanitarie, ha previsto il riconoscimento di un credito di imposta del 60% per le spese sostenute nel 2020 negli interventi necessari al rispetto delle misure di contenimento.

L’articolo 125 “Credito di imposta per Sanificazione e Acquisto DPI”, invece, abroga l’articolo 64 D.L. 18/2020 (c.d. “Decreto Cura Italia”) e l’articolo 30 del D.L. 23/2020 (c.d. “Decreto liquidità”), e introduce un credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti e per l’acquisto dei dispositivi di protezione.

Leggi e scarica il PDF

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us