RSM Revisione e Organizzazione Contabile
Languages

Languages

Attività di attestazione e certificazione

I servizi di attestazione e certificazione rappresentano un’area di attività molto vasta e complessa. Il continuo modificarsi dei principi di revisione relativi alle attività di attestazione e certificazione, nonché la multidisciplinarietà degli stessi richiede un aggiornamento costante che in RSM, da anni punto di riferimento per il mercato in questo ambito, avviene sia a livello nazionale sia a livello internazionale.

Le agevolazioni esistenti in ambito Ricerca e Sviluppo

La disciplina del credito di imposta R&S è stata introdotta nel nostro ordinamento dal D.L. 135/2013, che è stato modificato negli anni varie volte, ma i cui cambiamenti più recenti risalgono alla L.145/2018 (c.d. Legge di Bilancio 2019). Questa ha apportato alcune modifiche significative in ambito di certificazione contabile del credito di imposta R&S, in particolare per quanto riguarda

l’obbligo di specifica certificazione delle spese rilevanti ai fini del calcolo del beneficio (sia del periodo agevolato e sia dei periodi di media), prima previsto solo per le piccole imprese, e adesso esteso a tutti i soggetti beneficiari.

Inoltre, la fruizione del bonus ricerca viene subordinata all’avvenuta certificazione delle spese, nel senso che l’utilizzo in compensazione del credito d'imposta maturato in un determinato periodo agevolabile non potrà iniziare (a decorrere dal successivo) se non a partire dalla data in cui viene adempiuto l’obbligo di certificazione.

Infine, l’impresa è tenuta a predisporre una relazione tecnica illustrativa del progetto o dei progetti di ricerca e sviluppo intrapresi, del loro avanzamento e di tutte le altre informazioni rilevanti per l’individuazione dei lavori ammissibili al credito d’imposta.

La certificazione dei costi

Per quanto riguarda la certificazione dei costi, la L. 190/2014 prevede che sia rilasciata da un revisore o da una società di revisione. In caso di imprese già assoggettate alla revisione legale dei conti, la certificazione sarà rilasciata dal soggetto incaricato alla revisione. Negli altri casi, le imprese dovranno affidarsi nell’attività di certificazione ad un revisore legale dei conti o da una società di revisione.

Regolarità formale della documentazione contabile e l’effettività dei costi sostenuti

Per quanto riguarda l’attività di verifica per il rilascio della certificazione, al fine di attestare la regolarità formale della documentazione contabile e l’effettività dei costi sostenuti nel periodo di riferimento in relazione ad attività di ricerca e sviluppo ammessa al riconoscimento del credito di imposta disciplinato dal  D.L. 23.12.2013 n. 145, dalla legge 23.12.2014 n. 190 e dal relativo Decreto di attuazione del 27 maggio 2015, emanato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico (di seguito il “Decreto”) ed emettere idonea certificazione, è necessario effettuare le opportune attività di verifica.

In generale, le attività di verifica consistono nell’attestare la regolarità e veridicità delle informazioni contenute nel Prospetto di riepilogo costi R&S timbrato e firmato dal legale rappresentante (di seguito “Prospetto”), dal quale sia possibile evincere il dettaglio dei costi rendicontati ai fini del Credito di Imposta R&S e l’importo agevolabile.

Le voci ed i relativi importi rendicontati nel Prospetto andranno confrontati con l’idonea documentazione contabile.

Elementi alla base del giudizio

  • Conformità ai principi di revisione internazionali (ISAs)
  • Ai sensi della normativa istitutiva dell’agevolazione, e come chiarito dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3858584 del 15 febbraio 2019, il revisore si limita ad un mero esame formale della documentazione contabile.Conformità ai principi di revisione internazionali (ISAs)

 Responsabilità del revisore per la revisione contabile del Prospetto R&S

  • Identificazione e valutazione dei rischi e di errori significativi nel Prospetto, dovuti a frodi o a comportamenti o eventi non intenzionali
  • Definizione e svolgimento delle procedure di revisione in risposta a tali rischi
  • Acquisizione degli elementi probativi sufficienti ed appropriati su cui basare il giudizio
  • Il rischio di non individuare un errore significativo dovuto a frodi è più elevato rispetto al rischio di non individuare un errore significativo derivante da comportamenti o eventi non intenzionali, poiché la frode può implicare l’esistenza di collusioni, falsificazioni, omissioni intenzionali, rappresentazioni fuorvianti o forzature del controllo interno
  • Valutazione sull'appropriatezza dei criteri formali di redazione inclusa la relativa informativa.

La proposta RSM per l’ottimizzazione dell’operatività dei processi

RSM offre ai propri clienti tutti i servizi di attestazione e certificazione necessari per accedere agli incentivi. Grazie all’esperienza maturata negli anni, ha sviluppato un approccio che, tramite un attento coordinamento dell’operatività su tutta la “filiera del valore”, conduce le imprese ad un notevole incremento dell’efficienza e velocità del processo.

Le tempistiche subiscono infatti l’effetto di gap informativi e disallineamenti tra i soggetti coinvolti.

L’utilizzo di una checklist da condividere tra le due strutture – tra il professionista da un lato, e il cliente dall’altro – potrebbe considerevolmente diminuire la presenza di asimmetrie informative e facilitare scambi documentali.

Servizi di attestazione e certificazione necessari per accedere agli incentivi

Tipologie di checklist

  • Checklist amministrativa: da fornire unitamente alla documentazione amministrativa completa e denominata, trasmessa in un unico invio;
  • Checklist contabile: da fornire unitamente alla documentazione contabile completa, denominata e distinta in folder, trasmessa in un unico invio.

 

 

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us