RSM Revisione e Organizzazione Contabile
Languages

Languages

Al via le domande di agevolazione per i macchinari innovativi

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il Decreto direttoriale 23 giugno 2020, in cui vengono definiti i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal nuovo bando “Macchinari innovativi”.

Il bando sostiene la realizzazione, nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, di programmi di investimento diretti alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’impiego di tecnologie afferenti il piano Industry 4.0. Grazie al nuovo bando “Macchinari innovativi” viene anche favorita la transizione del settore manifatturiero verso l’economia circolare, in termini di aumento del livello di efficienza e di flessibilità dell’impresa nello svolgimento dell’attività economica.

La dotazione finanziaria complessiva dello strumento, pari complessivamente a euro 265 milioni € sarà messa a disposizione delle imprese attraverso l’apertura di sportelli per l’invio delle proposte.

Le agevolazioni sono concesse nei limiti delle intensità massime di aiuto stabilite dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale valida per il periodo 2014-2020, nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %, in relazione alla dimensione dell’impresa.

Possono beneficiare di tali agevolazioni i liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali, le micro, piccole e medie imprese (PMI) che presentino alcune caratteristiche specifiche.  Sono ammesse alla partecipazione le attività manifatturiere, ad eccezione delle attività connesse ad alcuni settori.

Il Senior Team Funding & Development RSM ha realizzato un sintetico documento che fa chiarezza sulle modalità di presentazione delle domande di agevolazione, sulle condizioni e sulle soglie minime di ammissibilità, nonché sulle modalità di presentazione delle richieste di erogazione ed è disposizione per valutazioni e preventivi.

Per vedere nel dettaglio questi termini scarica gratuitamente il documento.