Leadership: Knowing the expert, not being the expert (conoscere l’esperto, non essere l’esperto) di Candice Eaton Gaul, Diversity & Inclusion Leader di RSM International

La più grande sfida che i leader affrontano attualmente è come superare molti schemi tradizionali all'interno del concetto di leadership.

In un mondo del lavoro sempre più complesso e ambiguo, l'unico modo per essere efficaci è quello di costruire team diversificati e multispecializzati ma, proprio per questo, non è più possibile essere l'esperto in tutte le aree coperte dal gruppo di lavoro. Il risultato è che solo i leader che fanno domande ai membri del loro team, e che si appoggiano alle aree di competenza di ciascuno, avranno prestazioni ottimali.

Sembra semplice, ma fare domande è, per molti leader, un grande cambiamento nel comportamento individuale e nel quadro culturale di riferimento.

Ci vuole coraggio per riconoscere che non è più possibile essere l'esperto di turno, perché significa perdere il controllo. In un ambiente di consulenti multispecializzati, il potere decentralizzato ha senso, ma riconoscerlo, e accogliere questo cambiamento, è completamente diverso. Il secondo elemento è ancora più difficile da raggiungere, ovvero la necessità di costruire il tipo di relazioni e di clima di squadra che rendono la curiosità e le domande valide, necessarie e apprezzate.

Costruire un ambiente come questo richiede uno stile di leadership coerente basato sulla collaborazione e la curiosità. Creare uno spazio psicologicamente sicuro in cui le persone possano portare le loro idee e contribuire al meglio, dipende dalla fiducia e dal profondo rispetto reciproco.

Chiedere ai membri del team di condividere le loro idee e intuizioni è significativo quando si affrontano le sfide quotidiane, così come il posizionamento per il successo futuro. C'è una correlazione misurabile tra il contributo e l'impegno dei dipendenti. Quando le persone si sentono apprezzate per il loro contributo, è più probabile che siano più impegnate. Naturalmente, questo porta a una maggiore soddisfazione sul lavoro, una migliore produttività, una maggiore responsabilità e un maggiore senso di orgoglio. A sua volta, questo crea un ambiente di lavoro migliore, un miglior servizio al cliente e migliori relazioni commerciali.

Il modo in cui si pongono le domande è tanto importante quanto le domande che vengono poste. I leader che collaborano con gli esperti del loro team favoriscono lo sviluppo degli individui, permettendo loro di contribuire ed esplorare all’interno e all’esterno dei loro campi specifici. Questo tipo di esplorazione è un elemento sempre più critico dell'apprendimento integrato. A condizione che le domande poste aprano alla discussione e all'esplorazione, guidare attraverso le domande permette alle persone di essere ascoltate. Generare un maggior numero di idee diversificate è molto più indicato nella situazione attuale rispetto al fatto che una singola persona indichi agli altri come risolvere problemi complessi. Questo stile di leadership è un ottimo modo per sviluppare l'intelligenza emotiva, permettendo una migliore collaborazione e una migliore comprensione della motivazione e dei driver degli individui nel team. Sposta anche le persone dai loro comportamenti abituali a un livello più alto di ragionamento cognitivo, che è più adatto per adattarsi al cambiamento e rispondere alle opportunità quando si presentano.

A livello concettuale, guidare chiedendo agli esperti ha senso. I leader che mettono in discussione e collaborano hanno più soluzioni potenziali tra cui scegliere, permettendo più opportunità di adattare un risultato e ottenere i migliori risultati possibili. In pratica, però, è molto più difficile da fare perché richiede: il coraggio di lasciare andare il controllo; la volontà di affrontare l'incertezza; e un livello di ascolto che sfida le ipotesi che abbiamo di noi stessi, degli altri, del contesto e dell'ambiente.

Formulare domande in un modo che porta a più collaborazione e impegno è il prossimo grande passo nello sviluppo della leadership - e queste saranno le abilità più importanti da sviluppare nei futuri leader.

Per guidare un team diversificato di consulenti multispecializzati, è necessario cambiare la prospettiva: dall'essere l'esperto, al conoscere l'esperto. I leader del futuro dovranno muoversi chiedendo e incoraggiando i membri del proprio team a contribuire in modo significativo usando la loro competenza e passione. Costruire l'abilità di leadership di porre domande per ottenere intuizione e comprensione, permette infatti di avere più opzioni, soluzioni migliori e un migliore coinvolgimento dei dipendenti.

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us