RSM Revisione e Organizzazione Contabile
Languages

Languages

Governance e compliance 262/2005

Il sistema normativo italiano, al pari di quello internazionale, ha reso progressivamente sempre più stringenti le regole del governo societario e in particolare della conformità alle norme. Il contesto nel quale operano le imprese, in continua evoluzione, richiede infatti costanti adeguamenti delle strutture organizzative aziendali e del modello di controllo.

RSM affronta il tema della Corporate Governance e della Compliance in chiave strategica ed integrata, nei suoi molteplici aspetti e, fra gli altri, con riferimento al sistema dei controlli interni riconducibili alla governance, alla sicurezza sul lavoro, all’ambiente, alla trasparenza ed al riciclaggio, alla normativa 231 e alla L. 262 (con riferimento ai compiti e alle responsabilità del Dirigente Preposto alla Redazione dei Documenti Contabili Societari).

La gestione e il controllo dei rischi sono entrati prepotentemente nell’agenda del management e nel dibattito legale: rischi di mercato, rischi di business, rischi legati alla concorrenza, rischi finanziari, d’immagine e di non compliance sono elementi che determinano in larga parte il successo delle aziende.

Nello specifico il rischio di non conformità alle norme è il rischio di incorrere in sanzioni giudiziarie o amministrative, perdite finanziarie rilevanti o danni di reputazione in conseguenza di violazioni di norme imperative (di legge o di regolamenti) ovvero di autoregolamentazione. Rischio e Conformità sono infatti due concetti tra loro strettamente collegati. Tramite la valutazione del rischio si può valutare l’efficacia delle politiche di conformità.

All’interno dei vari rischi, la dimensione della compliance è forse la più rilevante e certamente la più ampia e deve essere affrontata secondo due prospettive: la prospettiva della creazione di valore e quella legata al rispetto di norme e regole

RSM assiste le aziende clienti e quindi i loro organi sociali, (consiglio di amministrazione, collegio sindacale o consiglio di sorveglianza, gli organi amministrativi delegati) l’alta direzione e le funzioni operative e di controllo, nella messa a punto di un efficace ed efficiente modello di Corporate governance.

RSM può intervenire sia nella fase del disegno di un buon modello di governo societario, privilegiando un approccio integrato, sia per evitare inutili duplicazioni, sia per rendere efficaci le funzioni preposte, sia per offrire servizi di outsourcing per quelle imprese di minori dimensioni per le quali l’utilizzo di strutture interne efficaci sarebbe oltremodo dispendioso, sia nelle fasi operative.

Adottando le migliori pratiche e metodologie internazionali (CoSO ERM e relativi principi applicativi, Internal Control over Financial Reporting, ISA Italia, Cobit, etc.), fornisce assistenza nella definizione dei piani di lavoro, nella conduzione di verifiche specializzate, nella formazione, anche on the job, per l’identificazione e valutazione dei rischi aziendali, intesi come quegli eventi futuri in grado di influenzare in modo sia positivo che negativo il raggiungimento degli obiettivi dell’impresa, nel disegno dei processi, degli organigrammi e funzionigrammi e in generale del modello di controllo.

A tal fine RSM mette a loro disposizione i suoi migliori esperti nei vari campi, quali organizzazione, auditing, antiriciclaggio, privacy, anticorruzione, risk management, business intelligence, I&CT security, accounting, qualità, sicurezza del lavoro, nonché esperti della normativa italiana ed europea per le società che svolgono servizi finanziari o bancari e assicurativi. .”

Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari

La Legge 262/2005, ha inserito nel Testo unico della Finanza (art. 154-bis) la figura del Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari (DP) e ha previsto che l’organo amministrativo delegato e il DP delle società emittenti strumenti quotati predispongano una specifica attestazione sul bilancio di esercizio, e sul bilancio consolidato di gruppo. L’attestazione deve essere resa secondo il modello stabilito dalla Consob. Questa norma, che estende al DP le disposizioni che regolano la responsabilità degli amministratori, obbliga le aziende ad assicurare un efficace modello di controllo (nella pratica definito “Modello 262).

RSM attraverso i suoi Partner hanno seguito con particolare attenzione l’evoluzione della normativa riguardante le responsabilità dei DP, seguendo anche aspetti di forensic,, per la messa a punto del c.d. “Modello 262”, sia in tema di disegno/verifica dei processi amministrativi e contabili, sia nelll’esecuzione dei test of controls.

RSM, attraverso i suoi specialisti IT è anche in grado di aiutare l’impresa nella messa a punto di un dashboard specifico al servizio del DP, che, attraverso (i) l’identificazione dei process e control owner, (ii) la messa a punto di un work flow delle attività alimentanti il bilancio, (iii) la documentazione dei controlli eseguiti e dei relativi esiti, possa offrire una visione globale e storica (audit trail), delle attività che hanno consentito al DP e all’organo amministrativo delegato di attestare la correttezza del bilancio.

RSM può anche svolgere una attività di asseverazione del modello 262 adottato, per offrire un supporto che potrebbe risultare utile in casi di frodi o di azioni di responsabilità con l’intervento delle autorità e della magistratura.

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us