I cambiamenti che formano i leader aziendali e i giovani talenti

di Fiona Bell, Partner RSM UK

In questo articolo Fiona Bell, Partner RSM, commenta le ultime tendenze in tema di incentivazione, gestione e attrazione del personale, in un contesto anglosassone, ma che possono essere anche d’ispirazione per l’Italia.

Le “Grandi Dimissioni” sono state l’argomento del 2021 e, a tutt’oggi, continuano a destare preoccupazione. Incentivare le persone, dunque, non è mai stato così importante per la ripresa e la crescita.
L'inflazione sale, alimentata dall’aumento dei costi dell'energia quasi raddoppiati nell'ultimo anno che hanno influito anche sull’aumento dei prezzi dei generi alimentari, in particolare in Europa. La guerra in Ucraina ha dato un duro colpo all'inflazione globale poiché penalizza l'offerta e aumenta la spesa militare. Secondo il World Economic Outlook Update di gennaio 2022 del World Economic Forum, è probabile che l'inflazione rimanga elevata almeno fino al prossimo anno.
Queste pressioni inflazionistiche, senza precedenti, hanno un forte impatto anche sulle retribuzioni dei lavoratori altamente qualificati, in particolare nei settori della tecnologia, delle scienze biologiche, della finanza e dei servizi professionali.
Nessuna impresa, per quanto di successo, può trascurare una qualche forma di coinvolgimento delle proprie persone anche con opzioni di acquisto di quote societarie, una parte fondamentale delle strategie di incentivazione per il futuro.
RSM nel mondo è nota per la sua attenzione alle imprese ad alto potenziale di crescita, che rappresentano almeno la metà dell'economia nei nostri mercati e fino al 70% dell'occupazione. Ad esempio, negli Stati Uniti e nel Regno Unito molte di queste aziende hanno definito dei piani di incentivazione azionaria in favore dei dipendenti già negli anni '60. Negli anni '80 il Regno Unito pubblicizzò finanche tali piani di incentivazione attraverso la privatizzazione di imprese statali nei settori dell'energia, dei servizi pubblici e dei trasporti. Negli Stati Uniti, ciò ha coinciso con il lancio di attività tecnologiche per le imprese ad alto potenziale di crescita. Nonostante qualche successo, dopo quasi mezzo secolo, si può ragionevolmente mettere in discussione la loro efficacia e strutturazione, soprattutto con l'ingresso nel mondo del lavoro di nuove generazioni, con esigenze e prospettive e priorità macroeconomiche diverse.

La partecipazione azionaria riguarda più l’incentivazione delle persone che i vantaggi fiscali

L'incentivazione attraverso la cessione di azioni, opzioni, quote o altro, deve avere come obiettivo il coinvolgimento, la fidelizzazione ed il supporto finanziario per raggiungere gli obiettivi e incentivare la crescita. La partecipazione azionaria fornisce un allineamento emotivo dei dipendenti e del management con la proprietà e gli investitori esterni. Grazie a questo metodo di incentivazione molte aziende di successo hanno generato valore coinvolgendo anche il personale di medio livello. A questo riguardo, i fattori ESG (ambientali, sociali e di governance) non sono mai stati così importanti sia per i dipendenti che per gli investitori. Inoltre, grazie a questa opportunità gli imprenditori, in particolare nell’ambito delle start up, riescono ad attrarre e fidelizzare risorse e talenti che diversamente non accetterebbero questa sfida.

Quali sono le sfide e cosa possono offrire questi incentivi alla Gen Z nella “Guerra per i talenti”?

I nuovi talenti vogliono entrare a far parte di aziende verso cui hanno un attaccamento anche ideologico, poiché si devono sentire veramente parte di qualcosa per avere l’entusiasmo per cambiare il mondo attraverso il loro lavoro. Bisogna puntare su un doppio vantaggio che crei l’opportunità di incentivi finanziari e garantisca un legame con l’azienda e una fidelizzazione a lungo termine.
Noi di RSM consigliamo che si perseguano degli obiettivi che funzionino per datori di lavoro e per i dipendenti, basati sul successo e sull'interesse di entrambi. È probabile, dunque, che tutto ciò significhi incentivi sempre più personalizzati per i talenti e sempre più basati su fattori che vanno al di là del solo interesse economico.

Leggi l’articolo completo: Home / Ideas & insights / Finding opportunity in change / The changes shaping tomorrow’s business leaders and next gen talent

 

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us