Non solo PMI: sostegni anche per i big

Un articolo di Laura De Lisa uscito su Economy di ottobre illustra come, dopo l'autorizzazione della Commissione europea, le grandi imprese ora possono accedere, tramite lo sportello telematico, al fondo da 400 milioni di euro.

Dal 20 settembre è aperto lo sportello telematico di accesso al Fondo a sostegno delle grandi imprese in crisi.
In seguito alla pubblicazione in Gazzetta del decreto attuativo del Mise, il 16 agosto è arrivato il via libera della Commissione europea, che ha autorizzato il regime di aiuti: i richiedenti in possesso di tutti i requisiti potranno presentare domanda telematicamente tra il 20 settembre e il 2 novembre 2021.
Pubblicato il 3 settembre scorso, il Decreto Direttoriale adottato dal Mise ha reso noti i termini di accesso al Fondo da 400 milioni. 

L’incentivo: finanziamenti fino a 30 milioni di euro concessi entro il 31 dicembre.

Il Fondo interviene favorendo una corsia veloce per l’erogazione di finanziamenti agevolati – concessione entro il 31 dicembre 2021, per una durata massima di cinque anni – per un importo complessivo non superiore, alternativamente:

  • al doppio della spesa salariale annua dell’impresa beneficiaria per il 2019 o per l’ultimo esercizio disponibile;
  • al 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019.

È previsto un tasso agevolato pari al tasso base, incrementato del margine per il rischio di credito.
Il finanziamento non può superare i 30 milioni di euro per richiedente ed è concesso un anno per agevolarne il payback period: l’obbligo di restituzione comincia a decorrere dai 12 mesi successivi alla data di prima erogazione all’impresa.
Il provvedimento taglia il nastro per il supporto delle grandi imprese italiane che versano in condizione di temporanea difficoltà finanziaria connessa alle conseguenze dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, allo scopo dichiarato di evitare ripercussioni gravi sull’occupazione e di fatto intervenendo sui players più impattanti nel proprio territorio, con potenziale effetto leva sull’economia italiana.

Clicca qui per scaricare l'articolo completo e scopri i servizi del Funding & Business Development Team di RSM.

Leggi anche: