Il disobbediente: storia di un whistleblower

Con Andrea Franzoso

“Che cosa succede se un dipendente si accorge che il capo della sua azienda ruba e decide di non distogliere lo sguardo? Se di fronte alla scelta tra salvare la propria carriera o la propria coscienza, opta per quest’ultima?”

È con queste parole che si presenta “Il disobbediente”, libro che racconta la storia di Andrea Franzoso, il whistleblower che nel 2015 denunciò le “spese pazze” del presidente dell’azienda per cui lavorava.

pgh58537.jpg

La storia

Andrea Franzoso, ex funzionario dell’internal audit di Ferrovie Nord Milano, nel 2015 scoprì che il presidente dell’azienda utilizzava denaro pubblico per i propri interessi e lo denunciò alle forze dell’ordine.

Da quella denuncia iniziò un’inchiesta da parte della procura di Milano, a seguito della quale il presidente fu costretto a dimettersi e successivamente condannato, mentre Andrea venne prima trasferito in altro ufficio e infine perse il lavoro.

Nell’autunno del 2017, anche grazie all’eco mediatica suscitata dalla prima edizione del suo libro “Il Disobbediente”, viene finalmente approvata la legge italiana a tutela del whistleblower, da tempo attesa.

 

Whistleblowing, una sfida culturale e di mentalità

Nel corso del Talk Show RSM di cui è stato protagonista, Andrea Franzoso ci ha raccontato la sua storia: come la sua decisione di denunciare il presidente di FNM abbia cambiato (in meglio) la sua vita e quanta strada da allora si sia fatta in Italia, anche grazie all’approvazione della legge sul whistleblowing.

Certamente la sfida da vincere in Italia è prima di tutto culturale e di mentalità: basti pensare che in italiano non esiste nemmeno una parola che traduce esattamente il concetto di “whistleblowing”, e quando lo si vuole tradurre si usa quasi sempre un termine con accezione negativa come “spia” o “delatore”.

Quella di Andrea Franzoso è una lezione di etica, di coraggio e di fiducia verso il futuro. Il suo libro «Il disobbediente» contiene il racconto della sua esperienza e la risposta alla domanda che ci poniamo tutti: vale la pena essere onesti?

Leggi anche:

How can we help you?

Contact us by phone +39 02 8342 1490 or submit your questions, comments, or proposal requests.

Email us